TRACCE DI UN POSSIBILE DOMANI

Commenti disabilitati su TRACCE DI UN POSSIBILE DOMANI 14
TRILOGIA DELLA VALIGETTA
Si tratta di tre cortometraggi ossia TRACCE DI UN POSSIBILE DOMANI, IL TERZO TEMPO e SOLO RITORNO che hanno come leitmotiv una valigetta, vero e proprio oggetto-soggetto di tre episodi completamente diversi. La valigetta però è presente in ognuno dei tre video, e sembra guidare lo spettatore all'interno delle tre storie che mettono in risalto alcuni dei gravi problemi che affliggono la società odierna.

 


Tracce di un possibile domani

 

TITOLO: Tracce di un possibile domani

REGIA: Sergio Figuccia

ATTORI : Matteo Agnello, Giuseppe Santostefano, Giulia Collica, Loredana Governale, Enzo Collica

CONSULENZA LINGUA ARABA : Gandaia Firas

FOTOGRAFIA : Roberto Zagarella

MONTAGGIO : Sergio Figuccia & Teo Lamb

COSTUMI : Giona Alessandro & Alessandra Figuccia

MUSICA TITOLI DI TESTA: THIERRY DAVIDLodi Garden” – utilizzo esclusivo autorizzato dall’autore (sigla iniziale).

COLONNA SONORA : DNASomething of Nothing” – DEREK DAISEYStay of leave” – ZOUXFace of despair” (tutti i brani sono stati concessi con licenza di utilizzo).

CASA DI PRODUZIONE: Associazione Culturale Pittorica

ANNO DI PRODUZIONE : 2005

DIFFUSIONE : Il corto è stato trasmesso, fuori concorso, nella serata finale della IV edizione del Festival del Cinema dello Stretto.

SINOSSI: Una strana apparecchiatura elettronica. Un uomo, Abdel, con il suo turbante lavora alle saldature di quel congegno, che è stato accuratamente occultato all’interno di una valigetta. L’uomo evidentemente ha intenti suicidi, ma nella fase di preghiera prende coscienza di non essere pronto ad affrontare un tale sacrificio. Si mette quindi in contatto telefonico con un altro membro del suo gruppo, che l’uomo chiama Amir e che si presenta come il vero artefice del progetto terroristico. Il dialogo fra i due evidenzia i profondi turbamenti dell’uomo con la valigetta. In gioco c’è intanto la sua vita, ma alla fine decide di affrontare comunque il suo destino salendo con la sua valigetta su un bus fermo al capolinea. Lì pero’ si imbatte in una madre e nella sua bambina che chiede il vero significato della parola “futuro”. La donna trova una spiegazione molto attraente e originale: “il futuro è il figlio di oggi”. A quel punto la bimba chiede all’attentatore: “e tu ce l’hai un futuro piccolo come me?”. Abdel sorride e risponde: “forse, bimba…forse”. Abdel scende smarrito dal bus e inizia a immaginare decine di occhi di bambini che lo guardano da tutte le parti del mondo; è il momento in cui taglia definitivamente il filo rosso del detonatore. Lo scenario si sposta nel tempo, a sette anni dopo l’episodio della valigetta disinnescata. Abdel guarda un tramonto abbracciato a un bambino che gli chiede: “Papà, cos’è il futuro”. Stavolta non c’è alcuna incertezza in Abdel nel rispondere a suo figlio.


CORTOMETRAGGIO SU YOUTUBE
 
 
Sergio Figuccia

View all contributions by Sergio Figuccia

Website: http://sergio.figuccia.com